Tòccati, fa bene alla salute.

masturbation_month vagina

Pensate come cambiano i tempi: una volta masturbarsi portava diritti alla cecità, e oggi invece rinforza il sistema immunitario. I benefici riconosciuti sono così numerosi da indurre a credere che sia un rimedio miracoloso, efficace sia nella prevenzione sia nella cura. Gli uomini lo sanno bene e possono vantare una tradizione consolidata. In effetti gli uomini in campo sessuale non si sono mai fatti mancare nulla, lo capite subito dall’agio assoluto che dimostrano nello sprimacciarsi più volte al giorno le pudenda davanti a tutti senza il benché minimo imbarazzo: forse si sono anche immaginati deambulare incerti con un bastone bianco, ma non rinuncerebbero a masturbarsi neanche sotto minaccia dell’amputazione delle mani.

Non si può dire lo stesso delle donne, che hanno sempre inibito la propria sessualità, sottoposte ad una “morale” castrante, capace di controllarne il corpo e la mente per migliaia di anni. Come racconto in Alle donne piace soffrire? in epoca vittoriana, proprio mentre le donne iniziavano a reclamare diritti, la masturbazione femminile era vista come una malattia degradante e le donne colpevolizzate; si praticavano anche le mutilazioni genitali “terapeutiche” per sedare le giovani irrequiete. Perché questo accanimento? Perché il sesso fa bene, aumenta il nostro benessere e la fiducia in noi stesse. Nessuno ha mai voluto donne assertive tra i piedi. Perciò donne, toccatevi.

Giova ricordare che maggio è il mese della masturbazione e anche se siamo in ritardo di tre mesi pazienza, ogni momento è buono per cominciare a praticare. Ho pensato di mettere insieme in un post tutti i benefici attribuiti alla masturbazione. Facendo una ricerca su internet ho scoperto che sui siti italiani i benefici variano in numero dai 5 ai 13, mentre sui siti americani si arriva a una ventina. Saranno le onde elettromagnetiche emanate dal Cupolone.

Cominciamo col dire che “le parole sono importanti”: gli uomini, che vantano una lunga tradizione di spippolamento genitale, hanno a disposizione sega, pippa, pugnetta, raspone, menata, come si può leggere sul dizionario Treccani. Per le donne esiste un misero ditalino, assolutamente deprimente e inadeguato alla presenza di 8.000 fibre nervose nella vagina deputate SOLO ED ESCLUSIVAMENTE al piacere. Ci vorrebbe qualcosa di più altisonante, chessò Sinfonia? In particolare pensavo alla Nona di Beethoven.

            Su siti anglofoni, che risentono poco delle onde elettromagnetiche di cui sopra, ho trovato un mucchio di definizioni slang dalle quali trarre ispirazione:

  1. pagaiare la canoa rosa (paddling the pink canoe)
  2. pittura a dito (finger painting)
  3. visitare la cassaforte (visiting the safety deposit box)
  4. comporre il numero (con un telefono con il selettore a disco, dialing the rotary phone)
  5. audizione dei burattini (quelli manovrati con le dita, auditioning the finger puppets)
  6. auto-spiegazione di donna (se ho tradotto bene womansplaining yourself, splaining è una contrazione di explaining)
  7. impegnarsi in sesso sicuro (engaging in safe sex)
  8. perdersi in fondo (getting lost in the deep end)
  9. momento faidate (DIY time)
  10. fare Meg Ryan (indimenticabile la sua simulazione di un orgasmo nel film Harry ti presento Sally, per il vero non pertinente essendo una simulazione… e se fingiamo anche da sole, allora ci vuole il lettino dello psicanalista)
  11. sventolare la pelliccia (fanning the fur)
  12. controllo del carrello d’atterraggio (checking the undercarriage)
  13. il DJ del piano di sotto (the downstairs D.J.)
  14. imburrare il tuo muffin (buttering your muffin)
  15. visitare la caverna del pipistrello (visiting the bat cave)
  16. fare a maglia (knitting)
  17. trastullare Miss Daisy (diddling Miss Daisy)
  18. suonare il piano (playing the piano)

Prima di scoprire tutti i benefici della masturbazione scientificamente provati, vi ricordo che il nostro cervello va pazzo per tre sostanze: la dopamina, l’ossitocina e gli endocannabinoidi, sono euforizzanti che possono creare dipendenze compulsive. In particolare le attività che ne promuovono la produzione sono:

  1. Avarizia
  2. Sesso
  3. Dominio sugli altri
  4. Gioco d’azzardo
  5. Aerobica
  6. Shopping compulsivo
  7. Social network
  8. Cocaina
  9. Socializzazione

Come potete vedere si salvano poche cose, se non volete finire sul lastrico o tossicodipendenti o lobotomizzati o ancora scansati come le cacche sui marciapiedi.

Con la masturbazione e in generale con il sesso, avrete il vostro tris di sostanze benefiche e questo si tradurrà in:

  1. RIDUZIONE DELLO STRESS. Comprovata efficacia, chiedete a un uomo conferma.
  2. FORZA. È un esercizio per i muscoli del pavimento pelvico, il cui rinforzo è di grande giovamento per la salute di tutto l’ambaradan.
  3. FAVORISCE IL SONNO. Il tris dopamina-ossitocina-endocannabinoidi è molto meglio che rincoglionirsi di TV.
  4. MIGLIORA L’UMORE. Gli ormoni rilasciati prima, durante e dopo migliorano l’umore.
  5. SALUTE CERVICE. La masturbazione regolare aiuta a ridurre il rischio di tumore alla prostata negli uomini e nella cervice delle donne: durante l’orgasmo si verifica un allungamento del collo dell’utero e la lubrificazione contribuisce a creare un ambiente favorevole ai batteri buoni e ostile a quelli patologici.
  6. SALUTE GENERALE. Pare siano dimostrati benefici cardiovascolari, e la diminuzione del fattore di rischio per il diabete di tipo 2.
  7. RAFFORZA LE RELAZIONI. Migliora la conoscenza di sé stessi e la relazione sessuale con il partner, rivitalizza i rapporti.
  8. AUTOCONSAPEVOLEZZA. Come dice Jodorowsky “Dio appare molto più negli orgasmi che nelle chiacchierate teologiche”: è un nutrimento spirituale che ci connette con “qualcosa” (da agnostica di più non posso dire).
  9. ALLEVIA I CRAMPI. Se avete un ciclo doloroso, ecco il rimedio, basta pillole, basta soffrire.
  10. INFEZIONI URINARIE. Seccatura tipicamente femminile, come già detto al punto 5 migliora la flora batterica locale e quindi può prevenire e curare le infezioni.
  11. MIGLIORA IL SISTEMA IMMUNITARIO. Altro che Spirulina e Echinacea purpurea, più lo fai e meno ti ammali.
  12. MIGLIORA I RAPPORTI SESSUALI. La masturbazione aumenta le capacità di provare piacere in coppia.
  13. ALLEVIA I PROBLEMI DELLA MENOPAUSA. La masturbazione aumenta l’afflusso di sangue e tiene vivo il desiderio, mantenendo elastici i tessuti.
  14. IMPARI A FANTASTICARE. Disinibisce la mente, la più complessa zona erogena del corpo, e aiuta a coltivare un proprio immaginario erotico.
  15. EUFORIA SENZA CONTROINDICAZIONI. Nessun senso di colpa, perché fa bene. A differenza di droghe e alcol.
  16. IMPORTANZA DELLA SALUTE SESSUALE. Molte donne non si curano della salute della propria vagina, si dimenticano persino di averne una. Se te ne prendi cura ti ricordi anche di fare i controlli periodici, ecografia, pap-test.
  17. NESSUNA GRAVIDANZA. Il sesso più sicuro che ci sia.
  18. RIDUCE LA TENSIONE SESSUALE. Attrazione per qualcuno = tensione sessuale. Ecco, non tenertela. Dopo starai alla grande.
  19. MIGLIORA L’IMMAGINE DEL NOSTRO CORPO. Come rendere superfluo lo shopping compulsivo, il make-up e le diete. Migliora l’agio con il proprio corpo e la fiducia in sé stesse.
  20. ORGASMI MULTIPLI. Più facile da sole che in compagnia, stando alle statistiche.

È per tutti questi motivi che ci è stata proibita per millenni. E ancora oggi è un tabù. Pensate di vivere in una società moderna, nella quale la donna è sessualmente liberata, ma dovreste ricredervi perché a ben guardare molti indicatori mostrano esattamente il contrario. Il semplice fatto di avere la facoltà di vestirci come fossimo delle pornodive, la nudità ostentata, l’esasperazione di alcune parti del corpo che da sempre incarnano il richiamo sessuale (seno, gambe, sedere, labbra), non sono una affermazione del nostro Io sessuale, ma la dimostrazione di come il nostro corpo venga utilizzato sempre a fini economici e di controllo. Siamo addestrate, neanche ce ne accorgiamo, a inibire la sessualità al punto che molte non conoscono neppure il proprio corpo e non hanno mai praticato la masturbazione. Neanche la metà della popolazione femminile ammette di masturbarsi. In Italia quelle che lo fanno sono quasi tutte nella fascia trenta-quarantenni, istruite, residenti al Centro-Nord. Fa pensare.

Betty Argenziano

Leggi anche Maggio é venuto, e dovresti anche tu!  sull’autoerotismo.