Girls have the power!

Masturbation+MayIl Mese Internazionale della Masturbazione, nato negli anni Novanta negli Stati Uniti, è il mese maggio; in Italia abbiamo assimilato l’americano Halloween, nonostante le orticarie ecclesiastiche, ma incitare all’autoerotismo è ancora piuttosto sconveniente. Se poi parliamo di donne, è ancora un tabù. E infatti la più grande Rivoluzione rimasta a metà è quella della liberazione sessuale femminile. “Vi tagliate i capelli più spesso di quanto vi masturbate? La vostra salute sessuale è altrettanto importante. Amatevi.”

Il piacere sessuale è un meraviglioso carburante per la mente e la creatività e per la riduzione degli stati d’ansia; contiene in sé il senso del sacro del corpo e della sua connessione con la Natura: non trovate che il culmine del piacere abbia qualcosa di mistico? Una sorta di estasi che, pur riguardando intimamente il nostro corpo, ci porta in una dimensione senza spazio e senza tempo all’origine di tutto. Il piacere è un potere, di qui il titolo del post ispirato alla canzone di Patti Smith “People have the power”; le ragazze hanno il potere, si chiama clitoride ed è l’organo del piacere per eccellenza: un distributore automatico di dopamina, ossitocina ed altre endorfine dalle quali traiamo vantaggi enormi, perché sono ormoni che promuovono il benessere psicofisico, compresa la salute del sistema immunitario (di questi tempi è un plus di grande attrattiva).

clitty betty orange (2)
modellino 3D della clitoride

Le ragazze hanno il potere a portata di mano, e più prendono confidenza con il piacere che possono provare da sole, più si sentono forti: la confidenza con il proprio corpo, l’autonomia del piacere che si raggiunge con strumenti semplici come una mano (non è indispensabile un sex toy), è qualcosa che contribuisce a renderci più sicure di noi, più creative, più assertive, più determinate. Più centrate sui propri obiettivi. Vi sembra troppo bello per essere vero? Vi pare che non ci sia un legame tra il piacere e tutti gli altri aspetti di autoaffermazione? Invece c’è, ed è l’unico motivo per cui il piacere è sempre stato demonizzato da religioni e cultura, in particolare il piacere femminile: conoscete la frase “non lo fo per piacer mio, ma per far piacere a Dio” (l’amico immaginario del patriarcato). Le religioni patriarcali sessuofobe hanno influenzato in modo talmente pervasivo e sadico la cultura da aver prodotto le mutilazioni genitali femminili (come racconto in “Alle donne piace soffrire?”, le MGF non sono solo un’attuale atroce violenza sulle bambine e le ragazze, ma sono state praticate anche in Europa e negli Stati Uniti, per “sedare” le ragazze e controllarle): perché mutilare se non per ottenere subordinazione e obbedienza?

onanismo

Riprendiamoci il nostro diritto al piacere e al cocktail di ormoni del benessere che tanto piacciono al nostro cervello. Masturbarsi ha un’infinita quantità di benefici riconosciuti a livello scientifico che potete leggere o rileggere qui. Vi lascio con un video di Teresa Cinque che racconta i potenziali benefici della masturbazione sulla qualità del rapporto sessuale con il proprio partner; non fatevi ingannare dal sottotitolo “ultima spiaggia”, si tratta di un decalogo di consigli e questo è il decimo video.