Il #25 novembre e la paura di chiamare le cose con il proprio nome

È un rito macabro, il 25 novembre contiamo le donne morte ogni anno. In Italia ogni 72 ore avviene un femminicidio, che non è un omicidio qualunque, ma un assassinio basato sul genere. E poi la lunghissima teoria di stupri, molestie, maltrattamenti, sfruttamento. Le statistiche riportano la situazione nazionale, omettendo la violenza pandemica che colpisce … More Il #25 novembre e la paura di chiamare le cose con il proprio nome

You can be anything

Puoi essere qualsiasi cosa piccolina mia, ma certo! Studia sodo, diventa competente ai massimi livelli, guadagnati una laurea con lode e dignità di stampa, un Master all’estero, impara due lingue e costruisciti un curriculum vitae che chiunque si slogherà la mandibola rimanendo a bocca aperta. Tu puoi diventare tutto quello che desideri! Ma… oops! Quello … More You can be anything

Esercizi di potere

Oggi voglio raccontarvi una storia personale perché “il personale è politico, e il politico è personale” (cit.). La mia storia è di certo identica a quella di ogni altra donna del mondo inserita in un “regime” patriarcale, dove vige il controllo di un genere sull’altro al fine dello sfruttamento (economico, sessuale, riproduttivo).

Il primo mensile della storia dell’umanità

Il tabù delle mestruazioni è uno dei più odiosi macchinati dal patriarcato ai danni delle donne: per farle sentire inferiori, impure, imperfette, ma soprattutto per annientare la sacralità del loro corpo. Dovremmo imparare a non vergognarci mai del sistema che la Natura ha escogitato per rendere possibile (e non obbligatoria!) la riproduzione della specie umana. … More Il primo mensile della storia dell’umanità