Se valesse l’esasperazione vi avremmo già uccisi tutti

Non vi indignate per la miserabile insinuazione di Palombelli, è un’ancella quindi a suo modo una vittima anche lei: se ritiene plausibile l’esasperazione dell’uomo come movente per un femminicidio, forse pensa di se stessa di poter essere così punita, con la morte. Ci risiamo con il mantra patriarcale: te la sei cercata, esasperando incautamente un … More Se valesse l’esasperazione vi avremmo già uccisi tutti

Narrazioni tossiche maschili

Per il 25 novembre il Comune di Firenze ha avvolto un drappo rosso alla mano del David di Michelangelo in Piazza della Signoria: nelle intenzioni del Comune vi era dedicare il gesto “a tutte le vittime di femminicidio, alle donne che vivono soprusi quotidiani. La violenza va denunciata: abbiate coraggio, non siete sole! È una … More Narrazioni tossiche maschili

Il perizoma vulvare

Secondo voi alle donne piace soffrire? Me lo sono chiesta scrivendo il libro, tali sono i disagi, le deformazioni e le mutilazioni che le donne normalizzano, accogliendole sul proprio corpo come necessarie. È incredibile ma accade in tutto il mondo: in ogni area geografica con specifiche modalità, la violenza pandemica si accanisce sul corpo delle … More Il perizoma vulvare

Il #25 novembre e la paura di chiamare le cose con il proprio nome

È un rito macabro, il 25 novembre contiamo le donne morte ogni anno. In Italia ogni 72 ore avviene un femminicidio, che non è un omicidio qualunque, ma un assassinio basato sul genere. E poi la lunghissima teoria di stupri, molestie, maltrattamenti, sfruttamento. Le statistiche riportano la situazione nazionale, omettendo la violenza pandemica che colpisce … More Il #25 novembre e la paura di chiamare le cose con il proprio nome